Yeh Raat Phir Na Aaygi

Yeh Raat Phir Na Aaygi

After discovery of skeletal remains at an excavation site, a woman known to be deceased for over 2 centuries mysteriously re-surfaces to claim her lover.

  • Rating:
    4.00 out of 5
  • Length:0 minutes
  • Release:1966
  • Language:Hindi,Urdu,English
  • Reference:Imdb
  • Keywords:Yeh Raat Phir Na Aaygi 1966 full movies, Yeh Raat Phir Na Aaygi torrents movie

After discovery of skeletal remains at an excavation site, a woman known to be deceased for over 2 centuries mysteriously re-surfaces to claim her lover. . You can read more in Google, Youtube, Wiki

LinksNameQualitySeedersLeechers

Yeh Raat Phir Na Aaygi torrent reviews

Scott B (kr) wrote: Hubbihubiubyiubigybhuihyuohuhiuohuoinilubuoununjonuilnujobyoubgyinijhnybniuhhuihykukhykujkbuukbykjbouyhojykhoiuhiouknubjibybiyubyuibyguiyhyuiygyjkbkhjbjhkbkjbjhyjvgheshnduncuifdomojf ojkiff dnoddfjiifdvglknjvddgnkjvdghkknsjjknkvgfdsfdgjhnkkfhvnjkgjhvnffmkljfvfdgljkjlkjjngfdjkjgfdknkvgfjkgfkgjkkjgfkgdjkkgvfdvgfjkvdgfkkjgggljvfgkd

Miska J (au) wrote: Strange and in a good way different Nordic Vampire film

Poncho E (nl) wrote: A great movie with an experienced actor and a rookie one

Alex S (jp) wrote: Nicolas Cage is the lead actor, so that sums up the acting of this movie; but aside from that Snake Eyes is an entertaining thriller full of twists and turns.

Aniko V (us) wrote: pretty good remake of the story. love the photography. and the two guys are really great in their roles.

Josephus M (it) wrote: its very educative. god bless u .

Kevin M (gb) wrote: Came out the same year as Star Wars - what a year for sci-fi! Other than Jaws, Dreyfuss' best movie. 4.5 stars because of the super slow part when Dreyfuss' character was building Devil's Tower in his living room.

Joe M (ca) wrote: Above average horror flick from Mario Bava. Not overly scary but decent story line, acting and scenery. Barbara Steele is fantastic.

Diego F (nl) wrote: Penisola di Taman, Crimea, 1943, durante la seconda guerra mondiale il caporale Rolf Steiner opera in un plotone di esploratori, un'unit scelta che compie azioni in profondit nelle linee sovietiche; un uomo disilluso dalla guerra ma nel contempo un militare dalle grandi capacit e per questo tenuto in grande considerazione dal comandante del reggimento, il colonnello Brandt, che gli lascia ampia libert di azione.L'arrivo del nuovo comandante del battaglione, il capitano Stransky, sconvolge gli equilibri che sembravano esistere in seno al reggimento: egli, fino a quel momento di stanza a Parigi e mai realmente impegnato in combattimento, si presenta al colonnello ed al suo aiutante, il capitano Kiesel, con ambiziose idee per sconfiggere il nemico e fin dal primo momento i due ufficiali si rendono conto che il capitano impreparato alla guerra e, quando egli si allontana, esprimono perplessit anche in merito all'"uomo" che palesemente manifesta il desiderio di essere decorato con la "croce di ferro" e solo in ragione di questo ha chiesto il trasferimento al fronte russo.Stransky entra subito in conflitto con Steiner: in un primo momento quando gli ordina di uccidere un giovanissimo prigioniero russo ed il caporale rifiuta, incombenza che sembra venire assunta dal caporale Schnurrbart, che invece salva il ragazzo nascondendolo, e successivamente, durante la lettura del rapporto sull'ultima azione, quando Steiner dapprima non si mostra entusiasta della promozione a sergente maggiore e poi fa chiaramente intendere al capitano di non essere disposto ad eseguire qualunque ordine se lo ritiene inutile o dannoso per la vita degli uomini.La natura del capitano si rivela in tutta la sua drammaticit durante un attacco dell'Armata rossa in cui si dimostra non soltanto un militare di nessuna capacit, sostanzialmente un vile, ma soprattutto, per come intenda sottrarre il merito del contrattacco che ha respinto i russi al tenente Meyer, comandante del plotone di Steiner morto durante il combattimento, sapendo che questo gli consentir di ricevere l'ambita decorazione.Steiner scopre l'intenzione di Stransky una volta tornato dall'ospedale militare dove stato ricoverato dopo essere stato ferito, e dove intreccia una breve relazione con Eva, una giovane infermiera che invano tenter di non far ripartire il sergente; il capitano infatti lo convoca "privatamente" e gli comunica che il suo sottoposto tenente Triebig, tenuto in pugno dopo averne scoperto l'omosessualit, ha gi firmato una dichiarazione in cui si attesta che egli ha guidato il contrattacco, citando come secondo testimone proprio Steiner.Dopo un concitato dialogo in cui Stransky confessa pateticamente di volere la croce di ferro per non essere sottostimato dalla sua famiglia ma facendo notare a Steiner che in ogni caso esistono delle "caste" e loro due non saranno mai di pari livello, il sergente rifiuta ma, una volta innanzi al colonnello, si rifiuta anche di testimoniare "contro" Stransky, considerando la loro vicenda un fatto personale, non da risolvere attraverso i canali militari.Stransky, consapevole della possibilit di essere giudicato da una Corte marziale, cerca la maniera di eliminare Steiner: dapprima evita di comunicargli l'ordine di ritirata, tagliandolo fuori dopo l'attacco russo che sfonda il debole fronte tedesco, e successivamente, mentre rientra nelle linee con i pochi superstiti del suo plotone, alcuni in uniforme russa, stratagemma usato per passare attraverso i soldati sovietici, li fa mitragliare dal tenente Triebig col pretesto di un mancato riconoscimento.Steiner si salva e, dopo avere ucciso Triebig, trova Stransky nel suo bunker mentre si appresta a partire per Parigi, essendo riuscito nel frattempo ad ottenere il trasferimento. Qui avviene quello che nelle intenzioni di Steiner dovrebbe essere il confronto finale tra i due ma, diversamente da quanto egli aveva previsto, dopo un rabbioso dialogo che si conclude con il rimasto celebre scambio di battute "ti far vedere come combatte un ufficiale prussiano" ed "io ti far vedere come ci si guadagna la croce di ferro", escono insieme avviandosi incontro al loro destino.

Carole T (mx) wrote: A true British classic...Lee is superb in the role he was born to play.

Spencer P (us) wrote: One of the most natural, heart-stopping, and claustrophobic true stories, let alone true hostage crises, ever put on film!

Burt W (nl) wrote: Dont listen to the bad ones, it was good.